Costume – Resonant garden (Autoproduzione, 2021)

Cosa ispira una band di oggi a piazzarsi davanti a un Fostex 280, rinunciare a filtri e impostazioni computerizzate e investire nella scelta di proporre il tutto quasi esclusivamente in formato vinilico? La fascinazione per tecniche, metodiche e approcci tradizionali che meglio consentono di approfondire un discorso sonoro legato a origini sempre vive e vegete … Leggi tutto Costume – Resonant garden (Autoproduzione, 2021)

ZiDima – Del nostro abbraccio ostinato in questa crepa in fondo al mare (2020)

Dove eravamo rimasti? Ma sì, certo. Per cortesia, estirpate da ciò che resta del vostro cervello l'idea che il rock, quello vero, sia morto. Tutt'altro. È vivissimo e prospera nei cuori e tra le mani di chi ha ben chiaro cosa possa significare la propria esistenza su questo pianeta e, a tale scopo, cerca di … Leggi tutto ZiDima – Del nostro abbraccio ostinato in questa crepa in fondo al mare (2020)

Mascara – Questo è un uomo, questo è un palazzo (Rc Waves / Artist First, 2020)

  Eliza è una ragazza sola. Eliza non era sola. Eliza viveva la sua quotidianità in perfetta simbiosi con un compagno che corrispondeva apertamente il suo sterminato amore ripagandola con la medesima dose di necessarietà sia terrena che, soprattutto, spirituale. Le giornate trascorrevano tra sorrisi, comunioni di pensiero e azione come anche tra ovvie e … Leggi tutto Mascara – Questo è un uomo, questo è un palazzo (Rc Waves / Artist First, 2020)

Ivy Garden of the Desert: Docile, Blood is love, I ate of the plant and it was good (Nasoni Records 2011, 2012, 2013)

C’è musica e musica. O meglio: ci sono modi di scrivere, suonare e recepire certe cose così come ce ne sono tanti altri, spesso meno attinenti al giusto sostentamento di bisogni uditivi primari. Di cosa ha più bisogno l’orecchio appassionato e sostanzialmente onnivoro? Ricerca, ruvidità, sperimentazione, senso del nuovo? Tranquillità, pacatezza, armoniosità? Melodia, sensibilità? Ritmo, graniticità? Esiste, … Leggi tutto Ivy Garden of the Desert: Docile, Blood is love, I ate of the plant and it was good (Nasoni Records 2011, 2012, 2013)

Slow Wave Sleep – Fiore di loto (Video, 2020)

È uscito oggi il video ufficiale di Fiore di loto, il nuovo singolo di Slow Wave Sleep che anticipa l'album Spiro nell'Ecosistema, in arrivo il 25 marzo su AR Recordings. Fareste bene a dargli un'occhiata e a cominciare ad informarvi su questo progetto, visto che è inequivocabilmente una delle cose più interessanti in circolazione attualmente, … Leggi tutto Slow Wave Sleep – Fiore di loto (Video, 2020)

Loris Dalì – Gekrisi (Autoproduzione, 2017)

Una larga fetta di artisti appartenenti alle nuove generazioni ha in comune un atteggiamento non propriamente definibile come consono a certe aspettative, giusto o quantomeno appropriato alla reale conformazione del substrato globale che circonda le loro stesse esistenze: quasi nessuno di loro predilige la stesura di testi dotati di un senso ben preciso e profondo; molti … Leggi tutto Loris Dalì – Gekrisi (Autoproduzione, 2017)

A total wall – Delivery (Autoproduzione, 2017)

Si dica pure quello che più si desidera o gradisce, ma un dato di fatto è sotto gli occhi di tutti: il genere metal, al giorno d'oggi, è quello che più gode di stili e sottostrutture in continuo andirivieni sonico tra sperimentazioni (fin dove possibile) e inclusioni anche molto eterogenee. Mentre il rock puro continua, per certi versi, … Leggi tutto A total wall – Delivery (Autoproduzione, 2017)

Quarzomadera – Apologia del calore (Discipline, 2016)

Quante volte, su periodici o siti internet di settore, si parla del genere cosiddetto “stoner”? Spesso e volentieri, infatti, anche – se non soprattutto – per band emergenti o meno note rispetto ad altre, al cospetto di un riconoscibile incremento di watt e potenza sonora complessiva si associa una simile dicitura anche solo per giustificare la … Leggi tutto Quarzomadera – Apologia del calore (Discipline, 2016)

Zeffjack – Friendless (Rocketman Records, 2018)

Esprimere il proprio stato d’animo e, in fin dei conti, la propria storia e il proprio ruolo nel mondo senza dire una parola. È questo il grande merito che va riconosciuto a molti artisti di varia provenienza e derivazione come anche ai nostrani Zeffjack (fulmineamente noti come Fra, Mic e Andre), nordici sperimentatori del suono convenzionale sfuggiti alla paranoia dei testi … Leggi tutto Zeffjack – Friendless (Rocketman Records, 2018)

Kuadra – Non avrai altro Dio all’infuori di te (12 Linee Records, 2016)

I pavesi Kuadra - al secolo Yuri La Cava (voce e chitarra), Emanuele Savino “Zavo” (chitarre), Van Mihn Nguyen (batteria, drum machine) e Simone Matteo Tiraboschi (basso) - si affidano a un'idea di metal con una considerazione laterale capace di travalicare, spesso e volentieri, i confini più sperimentali del settore, nel tentativo di esplorare basi … Leggi tutto Kuadra – Non avrai altro Dio all’infuori di te (12 Linee Records, 2016)